Non amo i luoghi comuni e quindi cerco l’origine delle cose. Mi piace la Storia e non do mai per scontato le opinioni di altri Autori: sono quindi un revisionista che non si ferma all’accettazione di dogmi, ma crede che le Crociate o la scoperta delle Americhe e l’epopea del Far West, per non parlare delle guerre che hanno afflitto il mondo e l’Italia, abbiano avuto bisogno di un approfondimento che ne ha tramutato pian piano le motivazioni, lo svolgimento e la morale che le accompagnava. Non per niente Gramsci ci ha lasciato un esempio per il Risorgimento.
Non sono religioso ma sostengo chi crede fermamente nella propria Fede, qualunque essa sia, escludendo i bigotti e i fanatici: se dovessi scegliere sarei buddista ma alla fine mi stuferei ugualmente. 
L’idea di Patria mi affascina ma se in questa è inclusa una solidarietà sociale e un’equa distribuzione dei diritti e doveri su cui non bisogna avere indulgenza nell’applicarli. La Legge deve essere uguale per tutti, veramente, italiani o extraterrestri, baroni o proletari, borghesi o anarchici.
Se sono stato Socialista dai vent’anni alla soglia del 2000, non me ne rammarico e ancora oggi penso con devozione a chi ha dato la vita per quest’idea meravigliosa. Oggi, deluso da una politica di plastica che si modella a seconda delle esigenze degli uomini al potere, sto diventando un antimodernista con simpatie per la decrescita (che non è l’ambientalismo nostrano) perché l’esasperazione tecnologica ha fatto saltare gli equilibri tra uomo e uomo condannandoci a relazioni virtuali, alla solitudine, alla mancanza di confronto. Questo non significa che rimpiango la fame e gli stenti o i soprusi di cento anni fa, ma solo la parte interpersonale che si manifestava nelle feste comuni, nei racconti dei patriarchi alla sera, nelle famiglie che non abbandonavano i loro vecchi nei ricoveri, nella consapevolezza che solo il lavoro nobilitava.
Se dovessi consigliare delle letture propenderei per "Il pane di ieri" di Enzo Bianchi, "Il mondo dei vinti" di Nuto Revelli o "Allegro ma non troppo" di Carlo M. Cipolla. Essendo però volubile non è escluso che li sconfesserò a breve. In materia di temi locali è impossibile non citare "Il regalo del Mandrogno" dei fratelli Erizzo o "I Cioccolatini di Soziglia" di Carlo Alberto Rizzi e "Fiumani" di Mauro Valerio Pastorino.
In quanto alla musica rock sono banale: Bruce Springsteen, Bob Dylan e i Beatles in ordine random. Mi fanno sognare alcune opere liriche di Verdi ma soprattutto di Mozart e per la classica chi può mettere in dubbio che la 9a o il concerto per pianoforte e orchestra n. 3 di Beethoven siano cose sorpassate?
In quanto agli hobby la Storia locale la fa da padrona insieme a quella delle guerre italiane, ma aggiungo l’archeoastronomia, il taglio della legna (odio l’orto e amo le insalate Bonduel), la raccolta di sabbie da tutto il mondo, la collezione di cartoline di Isola, i miei animali, il Centro Culturale del mio paese, scrivo racconti e poesie. Bastano per riempire una vita?
Ho alcuni complessi di inferiorità come quelli di non essere genoano (sampdoriano), di non aver fatto il militare tra gli alpini (fanteria), di non avere avuto la Vespa (Lambretta), compensati da un Io ipertrofico per non essere stato Comunista o Democristiano o Missino o Leghista, di essere laico, di essere riuscito a fare un lavoro più interessante di quello a cui aspiravo.
In sostanza: 
"La vita ci spezza tutti. Solo alcuni diventano più forti nei punti in cui si sono spezzati" (Ernest Hemingway).




Curriculum Vitae

Nato a Isola del Cantone il 27 agosto 1950.

 

Laurea in Scienze Geologiche, conseguita presso l'Università di Genova con Tesi in Stratigrafia: Nuovi elementi per la definizione dei complessi post-orogeni del Bacino Terziario del Piemonte tra Borlasca (Isola del Cantone) e Rocchetta Ligure, votazione 110/110.

 

Servizio militare prestato presso il 157° battaglione fanteria "Liguria".

 

Ex iscritto all'Ordine Regionale dei Geologi della Liguria con il numero 28 E.S. (data iscrizione: 26 luglio 1983).

 

Assunto alle Ferrovie dello Stato il 15 febbraio 1976.

Dal 1984 Ispettore Geologo presso l'Area Ingegneria e Costruzioni - Ingegneria Specialistica Civile ed Armamento in varie sedi: Torino, Savona, Novara, Ferrara, Roma.

Dal 1 giugno 1996 all'ITALFERR S.p.A. con i seguenti incarichi:

¨     Project Engineer e poi Field Engineer dei cunicoli esplorativi della linea AV Genova-Milano e del Terzo Valico;

¨     Project Engineer Senior dell’Itinerario Genova-Ventimiglia;

¨     Project Manager dell’Itinerario Genova-Ventimiglia dal 9 novembre 2001.

 

Dirigente di F.S. S.p.A. dal 1 giugno 1999.

 

Dirigente del Servizio “Infrastrutture” della Regione Liguria dal 1 giugno 2004 al 1 novembre 2011.

 

Dal 2011 al 2013 Presidente della Soc. Infrastrutture Liguria s.r.l. (Gruppo FILSE)

 

Esperienza professionale

Esperienza professionale nelle Ferrovie dello Stato e Italferr S.p.A.

I gruppi di lavoro di cui ha fatto parte in F.S., si sono sempre occupati della costruzione di grandi opere ferroviarie (1a Unità Speciale; 1a Unità Progetti Speciali; Direzione Centrale Gestione Lavori 1a; Servizio Gestione Lavori 1°) con assistenza alla progettazione svolta da società esterne.
Si è interessato particolarmente ai problemi geomeccanici inerenti la determinazione dei vari parametri utili in sede di progettazione ed alla loro taratura in sede di esecuzione.

In Italferr S.p.A. ha svolto compiti di coordinamento della progettazione (Project Engineer) elaborata da specialisti nel sistema Qualità previsto dalle normative vigenti e di Project Manager.


Principali opere seguite in fase di progettazione e/o di costruzione:

  • Parco ferroviario "Roja" a Ventimiglia.
  • Potenziamento linea ferroviaria tra La Spezia e Fornovo (Pontremolese). 
  • Quadruplicamento della linea ferroviaria tra Melegnano e Rogoredo.
  • Nuova galleria di Monte Olimpino 2. 
  • Consolidamento della galleria ferroviaria in esercizio a Rio Rido (Domodossola). 
  • Raddoppio con spostamento a monte della galleria ferroviaria tra Ospedaletti e S. Lorenzo (Imperia). 
  • Itinerario Milano - Lecco. 
  • Collegamento ferroviario tra il nuovo bacino di Genova-Voltri e le linee di valico (Bretella di Voltri). 
  • Galleria "Maria Antonietta" a Verona. 
  • Galleria "Fleres" (Brennero). 
  • Galleria "Cardano" (Bolzano). 
  • Galleria "Prato Tires" (Bolzano). 
  • Galleria Strada Provinciale a Ponte Gardena. 
  • Parco ferroviario di Segrate (Milano). 
  • Passante ferroviario di Torino. 
  • Cunicolo e pozzo di drenaggio per la galleria ferroviaria in esercizio a Chiomonte (Susa). 
  • Consolidamento della galleria "De Mari" sulla linea ferroviaria Ventimiglia - Confine di Stato. 
  • Indagini geognostiche per il progetto esecutivo del fabbricato viaggiatori di Sanremo e dell'autoparco sotterraneo. 
  • Rilievo geomeccanico per il ponte ad arco sul Torrente Slizza a Tarvisio (Udine).
  • Analisi geomeccanica dei progetti esecutivi per le gallerie "Camporosso" e "Leila" a Tarvisio (Udine). 
  • Progettazione e costruzione del collegamento ferroviario a Vado Ligure con realizzazione di una galleria a semplice binario. 
  • Relazione geologico-geomeccanica per l'adeguamento della nuova fermata sotterranea di Sanremo.
  • Nuovo deposito polifunzionale ferroviario di Milano Fiorenza.
  • Direttore dei Lavori per conto ITALFERR SpA del contratto per sondaggi geognostici nelle gallerie Borlasca e Creverina nonché nelle stazioni di Ronco, Rivarolo e Bivio Fegino.
  • Funzionario responsabile per conto ITALFERR SpA del Progetto Esecutivo dei nuovi fabbricati di servizio a Ronco, Bivio Fegino e Rivarolo.
  • Valutazione di Impatto Ambientale per la Regione Lombardia inerente il quadruplicamento della linea ferroviaria Milano - Treviglio.
  • Valutazione di Impatto Ambientale del nuovo parco ferroviario nei dintorni dell'Abbazia di Chiaravalle a Milano.
  • Cunicoli di approfondimento progettuale per la galleria di valico del nuovo collegamento Genova-Milano.
  • Compilatore della relazione per le misure di sicurezza in sotterraneo richiesta dai Vigili del Fuoco per le gallerie del Raddoppio con Spostamento a monte della linea ferroviaria nel tratto Ospedaletti-S. Lorenzo.
  • Compilatore delle proposte di spesa per la difesa della linea Colico-Sondrio dall'erosione fluviale e per la difesa dalla caduta massi delle linee Oleggio-Pino, Arona-Domodossola e Domodossola-Iselle.
  • Perito di parte per le F.S. nelle cause intentate da terzi a Vado Ligure e Voltri durante la costruzione delle nuove opere ferroviarie.

Ha partecipato alla seguenti commissioni:

  • Caratterizzazione geomeccanica dei terreni oggetto di scavo in galleria coordinata dal Dr. Bruno Coppola della Divisione Tecnologie e Sviluppo di Sistema, Servizio Opere Civili, Attività Geologia. Il lavoro di ricerca è stato riassunto nel 1992 nell'elaborato distribuito all'interno delle F.S. Riflessioni sulla caratterizzazione degli ammassi rocciosi oggetto di scavo in galleria (a firma di Coppola B., Mancini M., Marchese F., Marchisella R., Pedemonte S., Rossi F.M.).
  • Caratterizzazione geomeccanica delle rocce al fine dell'abbattimento meccanico coordinata dal Dr. Nicola Tosto.
  • Gruppo compartimentale per l'esame dei Piani Territoriali di Coordinamento Paesaggistico Regione Liguria.
  • Commissione per la revisione delle voci di tariffa IG. (Coordinatore Dr Francesco Marchese).

Collaudi:

  • Sondaggi geognostici per la progettazione della cintura ferroviaria di Udine.
  • Fornitura e installazione di strumenti di controllo e monitoraggio del viadotto "Acquasanta", km 18+519 della linea ferroviaria Genova-Ovada-Acqui.
  • Indagini geognostiche sistematiche per l'individuazione delle cause di dissesti nelle gallerie esistenti (importo L. 17 miliardi circa).

Varie:

Progetto di Business Process Reengineering (BPR): membro del Gruppo Operativo di Processo (2000-2001).

  • Ha partecipato alla sessione di Assessment Center del 4-5 febbraio 1999 organizzata dalla Direzione Sviluppo e Organizzazione delle Ferrovie dello Stato.
  • E’ stato proposto come rappresentante della Regione Liguria presso il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici il 5 marzo 2013.
  • Esperienza professionale in Regione Liguria

Come Dirigente del Servizio Infrastrutture dal 1° giugno 2004 ha monitorato le seguenti opere in Legge Obiettivo, collaborando con il Ministero delle Infrastrutture ed altri Enti Pubblici per il percorso istruttorio al fine della loro approvazione al CIPE o attraverso le procedure tradizionali: Ferrovie:


  • Raddoppio Andora-Finale L.;
  • Pontremolese (tratto in Regione Toscana e Regione Emilia);
  • Nodo Ferroviario di Genova
  • Terzo Valico dei Giovi. Autostrade:
  • Nodo Autostradale genovese (compresi Lungomare Canepa, Tunnel Subportuale e Nodo di San Benigno);
  • Gronda di Levante;
  • Albenga-Garessio Ceva;
  • Carcare-Predosa;
  • 3a Corsia SALT da La Spezia a Viareggio. Strade:
  • SS28 Armo-Cantarana;
  • SS28 Variante a Pontedassio (Imperia);
  • Aurelia Bis Variante di Imperia;
  • Strada delle Acciaierie o Strada a Mare;
  • 3° e 4° Lotto Aurelia Bis a La Spezia;
  • Tunnel della Fontanabuona;
  • Variante di Capo Noli;
  • Adeguamento ex SS523;
  • Aurelia Bis tra Andora e Alassio.

Metropolitana genovese: Tratto De Ferrari-Brignole-Stadio.

Come Dirigente del Servizio Infrastrutture e Mobilità ha seguito, dal 1 agosto 2005, anche le problematiche inerenti il Piano Regionale Trasporti, il Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale, alcuni Progetti Comunitari (LI.RI.CA, CALIPSO, EUROPLANE e ARCOMED), il Piano Triennale degli interventi sulla viabilità ex ANAS, i finanziamenti sulla viabilità minore (L.R. 14/1996, L.R. 18/1994) e sui parcheggi, i Piani Particolari di Finanziamento (APQ) e dei Fondi Investimenti Regionali (FIR). L’11 novembre 2004 è stato nominato rappresentante della Regione Liguria nella Commissione Prefettizia “Caso Pilota Genova” terminata nel 2008. Dal 24 ottobre 2005 al 31 dicembre 2007 ha fatto parte della “Agenzia Waterfront” di Genova. Il 26 ottobre 2005 è stato nominato rappresentante della Regione Liguria nel “Gruppo di lavoro per la sicurezza e il miglioramento dei valichi stradali italo-francesi nelle Alpi del Sud”. Nominato rappresentante regionale nel Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Internazionale delle Comunicazioni il 17 novembre 2006 al 1 novembre 2011. Membro del Gruppo di Progetto “Potenziamento del sistema ferroviario di Genova e riassetto urbanistico delle aree” dal 28 ottobre 2008. Dall’11 novembre 2008 fa parte del Gruppo di lavoro Autorità/Operatori Portuali di Genova per il rispetto dei tempi previsti per la realizzazione del dimostratore “Genoa Fast Corridor” del progetto europeo TIGER. Il 5 maggio 2010 è stato nominato rappresentante della Regione Liguria nel Gruppo di Lavoro “Corridoio dei Due Mari”. Il 23 novembre 2010 è stato nominato componente dell’Osservatorio locale per la Gronda di Ponente. Il 1 dicembre 2010 è stato nominato da AMIU membro della Commissione Giudicatrice impianto trattamento rifiuti di Scarpino.